Comune di Montignoso - MS

Più sicurezza e prevenzione dei reati in città

Pubblicata il 13/01/2017

Un sistema di videosorveglianza di ultima generazione che permetterà di aumentare la sicurezza e la prevenzione dei reati in città, ma anche un portale digitale per l'invio di segnalazioni da parte dei cittadini e lo scambio di informazioni su pericoli o criticità del territorio: grazie al progetto presentato dal Comune di Montignoso alla Regione Toscana, tra i vincitori di un bando per le politiche locali di sicurezza urbana, entro pochi mesi verrà realizzato tutto questo.

 

«Nello specifico – spiega Mazzino Martinelli, Comandante della Polizia Municipale del Comune di Montignoso – l'intervento prevede l'installazione di telecamere ad alta risoluzione e visibilità notturna attive 24 ore al giorno, si potranno registrare le targhe in automatico e creare statistiche sul passaggio di mezzi, soluzione che permette di migliorare e studiare alternative al traffico cittadino. Con questi apparecchiature è possibile fare delle ricerche mirate e in questo senso velocizzare e migliorare le procedure di controllo e quindi di sicurezza sul territorio».

 

Il progetto di sicurezza urbana – una delle priorità di questa amministrazione tanto da essere inserito nel programma elettorale – è stato realizzato grazie alla collaborazione tra il Comando dei Carabinieri e quello della Polizia Municipale individuando luoghi e aree strategiche per il posizionamento delle telecamere e tale da garantire un monitoraggio su tutto il comune. Le registrazioni inoltre potranno essere utilizzate da tutte le forze per controlli e indagini. Due telecamere verranno installate sulla rotonda all'incrocio di via Nerino Garbuio con il viale Marina mentre un'altra telecamera sarà posizionato sul lungomare in viale IV Novembre per un intervento complessivo di 25.690 euro di cui il 70%, quasi 18mila euro, a carico della Regione Toscana: «Verrà inoltre creata una stazione base per la polizia municipale – continua Martinelli – e stiamo lavorando per riuscire a realizzare una comunicazione diretta anche con gli altri organi di polizia».

 

Inoltre grazie al sistema Myinfocity è prevista una piattaforma digitale che permetterà l'archiviazione, l'elaborazione e la trasmissione dati attraverso l'utilizzo di vari dispotivivi: i cittadini e le associazioni potranno inviare al server immagini e video di situazioni di degrado e pericolo, abbandono rifiuti, allerta meteo, rendendo la videosorveglianza fruibile e partecipata a tutti i soggetti che vorranno dare il proprio contributo per la sicurezza e il decoro della loro città.

 

«Un primo lotto funzionale, importante e da implementare negli anni futuri in base a risorse comunali e regionali – sottolinea in una nota l'Amministrazione – in questo modo puntiamo a realizzare una copertura su gran parte del territorio comunale».

 


Facebook Google+ Twitter